Header Ads

NANOINNOVATION 2018

Oltre 1000 esponenti della ricerca pubblica ed industriale s’interrogano sul futuro delle tecnologie abilitanti ed emergenti per le grandi sfide sociali



L’Associazione Italiana per la Ricerca Industriale (Airi) organizza, in collaborazione con NanoItaly, il Convegno internazionale NanoInnovation da oggi al 14 settembre, dedicato all’Innovazione fondata sulle Nanotecnologie. L’evento si terrà a Roma presso il Chiostro rinascimentale di Giuliano da Sangallo sede della Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale della Sapienza Università di Roma (www.nanoinnovation.eu) parteciperanno oltre 1000 esponenti della Ricerca Pubblica ed Industriale, che tratteranno temi di significativa rilevanza quali Elettronica e Nanosistemi, Energia ed Ambiente, Nanomateriali alla base della futura Innovazione, Impatti sociali e controllo dei rischi, Tecniche di diagnostica alla nanoscala, Opportunità di sviluppo per giovani ricercatori.

In questo contesto un particolare significato assume la Giornata del 14 settembre, completamente dedicata al “Rapporto tra Innovazione e Conoscenza in Italia”, in cui Pubblico e Privato dibatteranno su come affrontare al meglio il tema dell’Open Science e dell’Open Innovation, confrontandosi su esigenze, linguaggi, buone pratiche e modelli per favorire lo scambio cooperativo tra ricerca industriale e pubblica nell’ottica del nuovo modello 4.0. Infatti, la capacità di identificare e sfruttare competenze e conoscenze di rete, e di gestire processi cooperativi rapidi e complessi, sono fattori determinanti per il successo della ricerca ed innovazione. Sono richiesti nuovi e più efficaci modelli per l’incontro tra domanda e offerta di tecnologia, che rispondano alle richieste di multi-disciplinarietà e multi-settorialità dell’Innovazione, anche mediante piattaforme digitali innovative.

Mai come in questo momento si avverte nel Paese la necessità di un cambiamento culturale che coinvolga il management della R&I, oltre a figure professionali dedicate, per affrontare i processi sempre più rapidi e complessi connessi con lo sviluppo delle tecnologie abilitanti ed emergenti, e un loro conseguente utilizzo nella risoluzione delle Grandi Sfide Sociali.

Nessun commento